Seconda giornata della rassegna “Teatro e sapori – in ricordo di Walter” al Lanzi di Corridonia.

Un pò di commedia di costume, un pizzico di commedia degli equivoci, una spolverata di sit-com all’americana (che tanto va di moda negli ultimi anni) ed eccoci apparecchiata la divertente pièce di Pietro Romagnoli, uomo ovunque della compagnia Lucaroni di Mogliano.

Domenica scorsa si è riso al Lanzi di Corridonia, e si è riso parecchio grazie ad un testo recente del poliedrico autore-regista-attore moglianese. Il canovaccio è di linearità classica e riproduce alcuni tòpoi ampiamente collaudati, ma con il pregio di modernizzarli con riferimenti all’attualità dei giorni nostri: la ricomparsa dell’anziano padre di famiglia, novello Ulisse, è causata proprio da quel vusciu dell’ozono del titolo che, facendo aumentare la temperatura del pianeta, causa lo scioglimento del ghiacciaio in cui era rimasto imprigionato trent’anni prima. La “commedia” che allestiscono i familiari per non farlo eccitare pericolosamente durante la sua convalescenza ha un fresco precedente nel mai abbastanza celebrato Goodbye Lenin, pluripremiata pellicola tedesca del 2003.

Clicca qui per leggere l’articolo completo di Fabrizio Cortella su Cronache Maceratesi.

Si ride con Tutta colpa de lu vusciu dell’ozono

Category: GeneraleTeatro e Sapori
0
88 views

Join the discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *